Sede operativa di Porto Torres

La sede operativa di Porto Torres, attiva fin dal 1978, è stata istituita con Decreto Ministeriale nel 1992, al fine di garantire la tutela e la valorizzazione del patrimonio della colonia romana di Turris Libisonis, sulla quale sorge la città contemporanea.
Ben noti sono gli intensi rapporti commerciali tra il porto di Turris e quello di Ostia e numerose sono le testimonianze, ancora oggi visibili, dell'importanza che la città ha avuto nel periodo romano: il ponte, eccezionale opera di ingegneria del I secolo d.C.; tre impianti termali; vaste aree di necropoli, con sepolture databili sino all'età paeleocristiana.
Non mancano le testimonianze del periodo più antico, quali la necropoli di Su Crocifissu Mannu e numerosi complessi di epoca nuragica.
La sovrapposizione della città moderna su quella antica impone un controllo di tutti gli interventi che si eseguono nel centro della odierna area urbana. Ciò comporta, da parte del personale della sede, la necessità di effettuare frequenti scavi archeologici d’urgenza.
L'attività di controllo e prevenzione viene esercitata anche sui comuni contermini e sull’isola dell’Asinara.

RESPONSABILE
Dott.ssa Gabriella Gasperetti
079 2067406, gabriella.gasperetti@beniculturali.it

Personale:
Canu Gavino, Sanna Giantonello.


Via Ponte Romano 79, 07046 Porto Torres (SS), tel. 079 514189
dal lunedì al venerdì 8.00-13.00